il costo del carburante continua a crescere, le motivazioni sono da imputare a:

Posted 8 years.

1 Comment

  • Alessio - 8 years ago

    Fabio, il problema del petrolio e' molto piu complesso di quello che si immagina. Anche se e' vero che in Italia gran parte del prezzo dipende dalle tasse pagate allo stato per la distribuzione del carburante, e' anche vero che la disponibilità petrolifera mondiale e' in declino. In più, l'Italia non ha petrolio e quindi lo deve importare, dipendendo esclusivamente dai cartelli multinazionali, che a loro volta dipendono dalle decisioni dei produttori dell'Arabia Saudita.

    Il prezzo aumenta anche in considerazione del fatto che tutti i beni di consumo della società moderna sono prodotti da derivati del petrolio, senza di cui be poche cose che usiamo sarebbero possibili. Per cui il problema del carburante e' solo un piccolo aspetto del problema, e ci possiamo aspettare che nei prossimi anni i prezzi non possano che aumentare. Basta che un centro di produzione chiuda per un guasto o un incidente che l'intero mercato mondiale ne risente.

    Io credo che i rimedi che il governo Italiano potrebbe (potrebbe perché secondo me fa be poco) proporre saranno solo temporanei. Secondo me dovremmo chiederci quanti sforzi la società e' disposta a fare per ridurre la dipendenza dal petrolio, e cercare di entrare in un ottica di lungo termine.

    Ale

Leave a Comment

0/4000 chars


Submit Comment