Il Papa: "Date ai vostri figli nomi cristiani". Sei d'accordo? (Poll Closed)

  • Assolutamente sì, un bambino cristiano deve avere un nome cristiano
    25.13%
    562 votes

     
  • Sì ma solo perchè oggi si usano troppi nomi stranieri
    5.99%
    134 votes

     
  • No i genitori devono essere liberi di scegliere il nome dei loro figli
    25.63%
    573 votes

     
  • Assolutamente no, il nome non c'entra nulla con la religione
    43.25%
    967 votes

     

Posted 9 years.

20 Comments

  • olga - 8 years ago

    Se qualcuno vuole credere ai miti può anche seguire i discorsi del papa, tutti gli altri sono liberi, qui non c'è niente da discutere. I credenti sono vincolati appunto perché sono credenti. Credere o non credere dipende solamente dai neuroni supereccittati nella cosidetta "zona di Dio" del cervello, quindi chi non ha nessuna eccitazione non può credere nei miti biblici, spesso non crede ed è libero. Chi crede ancora per rispettare la scelta dei genitori prima o poi capirà il proprio errore e sarà libero di scegliere.

  • Ma scusate... - 8 years ago

    Scusate, ma che vuol dire nome cristiano? Perché se vuol dire nome appartenuto ad un santo (visto che si portava l'esempio di Kevin) non pensate che qualunque nome può diventare cristiano, un giorno? Magari un giorno Shasa troverà la vocazione e la seguirà fino a diventare santa, ed allora Shasa sarà un nome cristiano, giusto? Quanti santi hanno avuto nomi che non erano ancora cristiani e che lo sono divenuti grazie a loro? Non capisco...

  • francesco c - 8 years ago

    federico m mi hai levato le parole di bocca....

  • Asfalto - 8 years ago

    Cara Chiara, critico le stronzate che questo miliardario-capitalista medievale del Papa dice, perchè il mondo in cui IO devo vivere è una MERDA anche grazie alle, appunto, stronzate che per 2000 anni la sua associazione mafiosa ha divulgato.

    Questa dei nomi sembra una sciocchezza, in realtà il ragionamento di fondo, DELLA CHIESA (e del Papa) è quello di un qualsiasi Mussolini (sostituire col nome di qualsiasi altro dittatore): limitare le libertà, le differenze, ecc, in qualsiasi campo.

    Mi ricorda tanto quando Mussolini appunto voleva si italianizzassero tutte le parole straniere. Si, italianizziamo, rimaniamo italiani, "conserviamo" il nostro passato.... Ma questo non è conservare le proprie radici, questo è lavaggio del cervello.

    Aggiungo un'ultima cosa: se voi cosiddetti "genitori cristiani" aveste un cervello e ragionaste su quello in cui credete (dite di credere, in realtà, perchè non sapete neanche quello che fate, evidentemente) lascereste la LIBERTA' ai vostri figli di scegliere se essere battezzati o no, e quindi i vostri figli NON sono cristiani, non vi hanno mai chiesto di essere battezzati, e se li lasciaste veramente liberi scoprireste che non ve lo avrebbero mai chiesto, fosse stato per loro.

    In sostanza, chiamate i vostri figli come volete.

  • matteo - 8 years ago

    o che c'entrano i bimbi? come possono essere cristiani se la religione è una scelta, al pari dell'ateismo, della birra preferita e del libro preferito.
    via non diciamo fesserie non esistono nomi di una religione anziché di un altra.

  • Federico M - 8 years ago

    "Comunque abbiamo un grande Papa, forse poco ascoltato ma grande. Degno successore di Giovanni Paolo II"

    E' proprio vero. Degno successore di colui che mandava lettere di sinceri auguri e di amicizia all'assassino Pinochet, che ribadì la condizione impari della donna ponendo la pietra tombale sul sacerdozio femminile, che centralizzò il potere ecclesiastico su Roma diffidando dal sacerdozio chiunque avesse una visione della fede diversa dalla sua, che dichiarò "La bomba atomica permette di andare verso la pace", che collocò nelle arcidiocesi i suoi amici e fedelissimi, che coprì innumerevoli preti pedofili con un documento (tra l'altro controfirmato dal buon Giuseppino Ratzinger) che li trasferiva altrove anzichè condannarli, che rispose alla richiesta d'aiuto di don Romero per far valere i diritti umani in San Salvador con un "Vai più d'accordo con quel governo" e che poi, quando don Romero fu assassinato mentre predicava nella cappella di un ospedale, non andò neppure al funerale.

    Ma si, cara Sorella, proprio un degnissimo successore! Sia lodato Gesù Cristo, e speriamo sia anche in arrivo così prende questo branco di delinquenti opulenti ed avidi e li manda a lavare i cessi dell'inferno.

  • chiara - 9 years ago

    Un figlio è tuo nel senso che è un Dono che ti è stato fatto. Non siamo noi gli artefici della Vita.
    Se un Cristiano si ritiene tale ascolta ciò che il Vicario di Cristo dice. Non ti piace? perchè lo devi criticare? Non parla certo a te. Potresti, eventualmente, da non cristiano essere d'accordo o meno con quello che dice e non sentirti preso in causa.
    Ricordiamoci comunque che quel nome lo porterà tutta la vita e gli/le condizionerà la vita stessa.
    Hai ragione Stella, la cristianità non dipende dal nome.
    Ma se sei cristiano nel cuore e nell'anima ci tieni a dare un nome cristiano a tuo figlio come segno di riconoscimento.
    Poi un non cristiano ha la possibilità come tutti di diventare santo e per questo aumentare il numero dei nomi della cristianità.

  • michela - 9 years ago

    salvecome olti non ho messo ai miei figli nomi comuni,mia figlia si chiama Mayti come primo nome,ma avendo paura e anche perche' ci iaceva le abbiao messo un altro nome e lei in comune e in chiesa si chiama Mayti Marianna,ma diro'che il parroco nostro e' un filippino e non ha avuto proprio niente da ridire anche se le avessi messo solo il primo nome,l'altro figlio ' ho chiamato Benjamin Maurizio,il primo nome l'ha scelto mio marito e il secondo glielo abbiamo messo perche' mi faceva piacere avesse il nome di mio padre.Comunque Benjamin sarebbe Beniamino,e nella Bibbia compare !!!!!!!!!!!!!!

  • Marcello - 9 years ago

    Scusate, abito in Francia e il messaggio è partito per errore prima dalla fine...

    Per i miei figli ho scelto solo nomi usciti dalla tradizione giudeo-cristiana:
    - Séraphin ("Seraf", bruciare in ebraico = l'angelo di fuoco),
    - Anaëlle (dall'ebraico "Hannah" = grazia e che in bretone vuol dire: l'angelo di Anna "An-ael") e
    - Giosuè (Yehoshua = YHWH è la tua salvezza).

    Il nome Anaëlle è stato scelto (per caso?) nel 2006 e il suo nome lo abbiamo rivelato soltanto alla sua nascita nel Settembre 2008.
    Sua cugina Anna è nata in Ottobre 2008, 15 anni dopo il matrimonio senza riuscire ad avere bambini.
    Se questo è un caso io lo scrivo con la C maiuscola, o meglio con la D...
    Ciao

  • Marcello - 9 years ago

    Pour mes enfants j'ai choisi seulement des prénoms à partir de la tradition judéo-chrétienne.
    Ciao

  • Danilo - 9 years ago

    Guarda caso mia figlia si chiama proprio Asia, e se fosse stato un maschio non avrei per niente disdegnato Devil, Damon o Jason.......................
    Ciao ciao.........................

  • stella - 9 years ago

    Cose d'altro mondo,io mio figlio dopo averlo portato per nove mesi in grembo,non sono libera di chiamarlo come più mi piace perché il papà non ragiona come si deve??? Cara Chiara la cristianità non la si vede o manifesta dal nome,come si dice l'abito non fa il monaco così il nome non fa un buon o cattivo cristiano...mio figlio sarà cristiano con qualsiasi nome...cmq ognuno è libero di pensarla come più gli o le piace.

  • Paola - 9 years ago

    Grazie Chiara per quello che hai scritto. Io sono "giovane e forte" ma quando guardo Papa Benedetto XVI lo vedo molto più forte di me e penso che solo Dio può dargli la forza di "essere padre" nella Chiesa, davvero disastrata, e dire quello che è giusto senza curarsi dell'effetto che avrà su di lui, ma solo sui "suoi figli", appunto. E che ci crediate o no, come Roby, lui l'ha detto per tutti (vorrei che si potesse sottolineare sia per che tutti)....ora sta a tutti noi scegliere liberamente....o gli vogliamo anche togliere il diritto di parola perchè non rompa?! Bella libertà quella a senso unico!

  • roby - 9 years ago

    il papa dovrebbe pensare a dare il nome ai suoi di figli.
    e NON ROMPERE LE SCATOLE .
    la cristianità e tutto quello
    che lui dice sono solo robe vecchie.
    SIAMO LIBERI di dare AI NOSTRI FIGLI il
    NOME CHE VOGLIAMO
    PUNTO E BASTA !!!!!!!

  • Eteocle - 9 years ago

    Mai nessun papa ha avuto nome ebraico: non c'è mai stato un papa Emanuele, Michele, Gabriele o simili: lo trovo estremamente coerente e corretto. Hanno sempre avuto nomi latini o di derivazione latina e neo-latina : sublime seguire il loro esempio.

  • Dino - 9 years ago

    L'invito del papa non è un obbligo vincolante. Sono convinto che l'invito a scegliere il nome cristiano non esclude che si possa scegliere un altro nome e chi è battezzato con un altro nome (non cristiano o "di fantasia") diventando cristiano e chiamato anche lui alla santità, arricchirà un giorno la lista dei possibili nomi cristiani. Io non vedo nell'INVITO del Papa una costrizione, ma rimane "invito" o suggerimento: il che è buono e il Papa ha diritto di invitare a questo.
    A me personalmente non piaccione le posizioni "talebane" e escludenti: è la libertà dei figli di Dio............. Invece di "o così o niente", è bello e liberante orientarci verso il ".. e così .. e cosà... " Non è + vario e bello ? Ciao

  • chiara - 9 years ago

    Da cristiani è giusto mettere un nome cristiano.
    Io ho il nome di una grande santa e ne sono orgogliosa.
    Nomi con la S? Stefano ( primo martire cristiano), Simone, Sebastiano, Samuele e per una bimba Sara, Silvia, Stefania, Simonetta.
    Spero di esserti stata utile. Congratulazioni!!
    Comunque abbiamo un grande Papa, forse poco ascoltato ma grande. Degno successore di Giovanni Paolo II

  • veronica - 9 years ago

    Prima di tutto Kevin è il nome di un monaco irlandese venerato come santo dalla chiesa cristiana e da quelle ortodosse.E' patrono di Dublino,Glendalough,l'onomastico ricorre ogni anno il 3 giugno ed è raffigurato con un merlo tra le braccia e con accanto una daina.Perciò si dovrebbero prima prendere informazioni nel modo giusto e poi dire se è o no un nome cristiano.
    Con questo voglio dire che non perchè un nome è straniero non può essere cristiano.
    E concludo che per me i figli si dovrebbero chiamare come si vogliono e non come ci obbliga la chiesa arrivando al punto di non battezzare il bambino se non metti un nome di un santo!!!

  • Helga Giaime - 9 years ago

    Esiste la libertà di scelta, e vero adesso si esagera un pò nella classe di mia figlia SHASA (Sud Africano, della Tribù dei Boscimani, popolo ke vive nel deserto e ke crede nel Dio dell'acqua (Shasa) come i Cattolici in Dio! ok, come mi ha detto il mio parroco " si diamine ma altra parrocchia, cmq ho divagato sono 20 alunni 4 Mattia 2 Matteo, 2 Lorenzo femmine sono gia solo 6 2 Alessia 3 Giulia). Per il secondo son sta "obbligata" a kiamarlo Silvio (in ricordo di mio cognato morto a 19 anni 11 aani fa) ma sui gemelli ke aspetto un maschio e una femminuccia si torna (come si vede dal mio nome all'originalità KIERON e SWAMI) beh se gentilmente ha un bell nome maschile ke inizia con S mi fa un piacerone....abiamo ankora 2 mesi, spero ke qualcuno mi aiuti....Helga_76@hotmail.it

  • Camilla - 9 years ago

    Per favore qualcuno dica a quel Papa che siamo nel 2011 e che il male del mondo è nascosto dietro queste ipocrisie.
    Da quando c'è questo Papa non ho più guardato e letto nulla che lo riguardasse o che riguardasse questo argomento: non mi piace e non mi è mai piaciuto.

Leave a Comment

0/4000 chars


Submit Comment